Attualità
il bando

5 milioni di euro dalla Regione per le giovani famiglie che comprano casa e si trasferiscono in Appennino

Un nuovo bando per contributi a fondo perduto da un minimo di 10.00 a un massimo di 30.000 euro. Le domande devono essere presentate dal 12 ottobre al 10 novembre.

5 milioni di euro dalla Regione per le giovani famiglie che comprano casa e si trasferiscono in Appennino
Attualità Appennino, 05 Agosto 2022 ore 11:57

MODENA - L’Emilia-Romagna ci riprova e stanzia altri cinque milioni di euro per ripopolare l’Appennino, dando incentivi alle giovani coppie perché acquistino casa e vadano a vivere nelle zone montane. Dopo il primo esperimento avviato nel 2020, lancia dunque un nuovo bando per contributi a fondo perduto da un minimo di 10.00 a un massimo di 30.000 euro. Le domande devono essere presentate dal 12 ottobre al 10 novembre.

5 milioni di euro dalla Regione per ripopolare l'Appennino: il bando

Il bando è rivolto a giovani coppie e nuclei familiari, anche composti di una sola persona. Il richiedente dovrà essere nato dopo l’1 gennaio 1982, essere residente in Emilia-Romagna o lavorare in regione. L’Isee familiare inoltre non deve essere superiore a 50.000 euro. Il contributo è indirizzato all’acquisto di un alloggio (già esistente) in proprietà da adibire a residenza abituale per almeno cinque anni. Per lo stesso periodo l’alloggio non potrà essere affittato, né venduto. L’acquisto dell’alloggio deve essere effettuato in data successiva alla approvazione del bando.

Il bando prevede anche alcuni punteggi aggiuntivi: per chi ha uno o più figli conviventi; per chi ha meno di 30 anni; per chi ha già un’attività lavorativa in un Comune appenninico; per chi abita in un Comune non montano e trasferisce la residenza in montagna. Tra i requisiti premianti compare anche la localizzazione dell’immobile. Verrà infatti attribuito un punteggio più alto a chi acquista casa in Comuni con gli indici di decremento demografico, vecchiaia e reddito più svantaggiati. La graduatoria rimarrà valida per 12 mesi. Chi aveva presentato domanda per il precedente bando e non aveva ottenuto finanziamenti, se non ha ancora acquistato l’alloggio potrà ripresentarla.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter