Attualità
Sabato

Negazionisti del Covid (e della guerra) tornano in piazza a Modena

Qualche giorno fa hanno sfilato per Modena brandendo bandiere con la "Z" dei carri armati russi...

Negazionisti del Covid (e della guerra) tornano in piazza a Modena
Attualità Modena, 07 Aprile 2022 ore 22:36

Hanno negato l'esistenza del Covid, l'efficacia del vaccino, hanno osteggiato il Green pass. E ora, in merito alla guerra in Ucraina, dicono che il "buono" è Putin...

Negazionisti del Covid (e della guerra) tornano in piazza a Modena

I no vax, no Covid, no green pass, negazionisti pure della violenza di Putin, tornano in piazza. Dopo aver esplicitamente inneggiato al simbolo usato dai militari russi, la famosa "Zeta" che campeggia sugli armamenti di Mosca, e dopo aver inveito contro Draghi, contro il Presidente dell'Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, i militanti tornano a sfilare in centro a Modena.

LEGGI ANCHE: No Vax in piazza: ora negano persino che esista un conflitto in Ucraina

Ancora una volta l'intento è piuttosto palese: "Dalla guerra alla pandemia una sola strategia". Rime a parte sembra ben chiaro che lo scopo dei manifestanti sarà quello di creare un parallelo tra il Covid (e la sua gestione) e la guerra in Ucraina.

"Lottiamo per la nostra libertà - si legge sul manifesto pubblicato sulla pagina Facebook Modena Libera - Lottiamo per un futuro senza la dittatura nazi-sanitaria senza ipocrisie".

L'appuntamento è questo sabato, il 9 aprile 2022 alle 15 a Modena. Punto di partenza del corteo piazza Sant'Agostino, punto di arrivo piazza Grande. Relatrice della giornata Federica Francesconi, insegnante negazionista, espulsa per non aver aderito alla campagna vaccinale e reintegrata solo dopo essere guarita dal Covid.

Due giorni fa il concertone a Bologna contro la guerra

Di certo le immagini di piazza Maggiore in centro a Bologna, con migliaia di persone unite dallo stesso intento, dallo stesso desiderio, dalla volontà di porre fine al conflitto in Ucraina, sono state un segnale forte. Un importante messaggio che ha legato cittadini, artisti e istituzioni, sulla stessa lunghezza d'onda.

TI POTREBBE INTERESSARE: Tocca a noi: concerto per la pace a Bologna con La Rappresentante di lista (e non solo)


Ma c'è chi la pensa diversamente. I primi di marzo, infatti, i no vax a Modena avevano manifestato per dichiarare la propria vicinanza alle politiche di Putin contro Kyiv. Poi i primi di aprile, qualche giorno fa, una nuova protesta, questa volta, come detto, mostrando la "Z", l'emblema dell'offensiva russa contro Zelensky.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter