Attualità
l'iniziativa

Ondata di calore, in Emilia si ipotizza lo stop retribuito per i rider

Misure, spiega il sindacato, che puntano a rendere meno gravoso il lavoro dei rider in queste città, investite da forti ondate di calore.

Ondata di calore, in Emilia si ipotizza lo stop retribuito per i rider
Attualità Modena, 15 Luglio 2022 ore 12:52

MODENA - Pause retribuite per recuperare dal grande caldo di questi giorni e l'ipotesi anche di una possibile sospensione, sempre retribuita, dal servizio in caso di allerta rossa della Protezione civile. È quanto prevedono alcune misure organizzative per il lavoro dei rider tra la società Just Eat e la Filt Cgil delle province di Bologna, Modena, Parma e Rimini.

Si ipotizza lo stop retribuito per i rider

Misure, spiega il sindacato, che puntano a rendere meno gravoso il lavoro dei rider in queste città, investite da forti ondate di calore. In particolare in previsione dei prossimi giorni in cui sono attese temperature roventi e picchi anche intorno ai 40 gradi.

L'intesa prevede pause retribuite durante il turno di lavoro per recuperare le energie, sali minerali e acqua, disponibilità a effettuare turni di massimo due ore nelle fasce orarie giornaliere più calde e un impegno a valutare la sospensione retribuita dal servizio in caso di allerta rossa. Modifiche, contrattate col sindacato, che "si inseriscono nel percorso di ricostruzione di un rapporto di lavoro - finalmente riconosciuto come subordinato dalla società Takeaway.com Just Eat - che ha anche il dovere di tutelare i rider in relazione alla salute e sicurezza nell'attività lavorativa".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter