Cronaca
un'enorme tragedia

Malore improvviso al ristorante: muore un 21enne di Pavullo

Era a cena in un ristorante di Torre Maina con gli amici di sempre quando è collassato, perdendo i sensi.

Malore improvviso al ristorante: muore un 21enne di Pavullo
Cronaca Appennino, 30 Maggio 2022 ore 09:55

Un'enorme tragedia ha scosso la famiglia e la comunità di Pavullo nella notte tra venerdì e sabato. Gianmarco Verdi, di solo 21 anni, è improvvisamente scomparso mentre era a cena al ristorante con degli amici.

Il malore al ristorante

PAVULLO - Il giovane era a cena in un ristorante di Torre Maina insieme a un gruppo di amici quando improvvisamente ha perso i sensi. Gianmarco Verdi, 21 anni, si è spento nella notte fra venerdì e sabato in ospedale a Baggiovara, stroncato, pare, da un infarto fulminante.

La tragedia sotto gli occhi degli amici

Era a cena, con gli amici di sempre, in un ristorante di Torre Maina. Una serata che doveva essere spensierata dopo le fatiche nello studio ma nella quale, invece, è accaduto il peggio. Sotto gli occhi increduli degli amici il giovane pavullese è collassato, perdendo i sensi. Subito intorno a lui ci si è resi conto della gravità della situazione, ma il tentativo da parte dei sanitari, accorsi pochi minuti dopo la chiamata al 118, di rianimare il ragazzo è purtroppo stato vano. Si è spento in ospedale a qualche ora dal suo arrivo in ambulanza.

All’esterno della struttura, sono accorsi amici, parenti e la fidanzata, sotto choc. Già ieri mattina, la notizia della sua scomparsa si era diffusa in tutto il paese, lasciando dietro di sé una scia di incredulità e di dolore immenso, soprattutto dei tanti coetanei.

Era molto conosciuto nella comunità di Pavullo

A Pavullo Gianmarco era molto conosciuto e tutti gli volevano bene. Figlio dell’imprenditore Ciro, lo si vedeva anche impegnato nell’attività di famiglia, il Centrofrutta. Il padre è anche presidente del Pavullo FC e il giovane condivideva con lui la passione per lo sport. Il giovane dopo il diploma di tecnico commerciale al Cavazzi, studiava Giurisprudenza a Modena. Era stato anche un atleta di buon livello, nel 2018 aveva anche partecipato ai Mondiali studenteschi di corsa campestre a Parigi. Lascia nel dolore più atroce la mamma Mara Scarabelli, il padre Ciro, e i due fratelli Jacopo e Andrea.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter