Cronaca
la tragedia

Muore a 35 anni a Maranello dopo un intervento estetico al seno in casa

A novembre 2020 era sopravvissuta ad un tentato omicidio: l'ex fidanzato le aveva sparato alla testa.

Muore a 35 anni a Maranello dopo un intervento estetico al seno in casa
Cronaca Sassuolo e Pedemontana, 22 Aprile 2022 ore 11:00

Ha chiamato una donna per intervento estetico a domicilio, ma le è costato la vita.

Intervento mortale estetico in casa

MARANELLO - Una donna di 35enne è morta dopo un trattamento estetico al seno in casa praticato da una sedicente estetista. E' successo a Maranello nel pomeriggio di ieri. Non è ancora chiaro se la persona che ha effettuato a domicilio la puntura fosse un’estetista qualificata o meno. La donna si è data alla fuga in tutta fretta ed è tuttora ricercata.

La storia della vittima

La vittima, Samantha Migliore, a novembre 2020 era sopravvissuta a un tentato omicidio: l'ex fidanzato le aveva sparato alla testa.La 35enne nella giornata di ieri, giovedì 21 aprile, aveva chiamato a casa una donna per farle una iniezione al seno a fini estetici, non si sa di quale sostanza e con quali criteri igienici. Voleva probabilmente risparmiare, ma le è costato la vita.

Poco dopo Samantha si è sentita male, forse uno shock anafilattico, ed è morta dopo la corsa in ospedale a Baggiovara. La presunta estetista, una donna straniera secondo le prime ricostruzioni, è scappata ai primi sintomi del malore e Samantha, mamma di un figlio piccolo, è stata trovata già in fin di vita dai familiari.

L'avvocato della vittima

"Era una donna che aveva una forza incredibile, di andare avanti da sola, di impegnarsi per i figli – sottolinea il legale che ha assistito la vittima nel procedimento contro l’ex compagno, Alessandro Sivelli –. Nonostante le difficoltà i bimbi sono cresciuti bene ed erano legatissimi alla mamma – afferma sempre Sivelli –. Non era per nulla intimorita da chi l’aveva aggredita: era una donna che lavorava duro, facendo le pulizie al mattino presto per poi dedicarsi ai suoi bambini. Dispiace moltissimo perchè è stata una donna sfortunata che ha sempre trovato però la forza di reagire, di andare avanti. Non pretendeva nulla da nessuno, contava sempre e solo su sè stessa. Mi stringo al dolore della famiglia".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter